« Torna alla edizione


LETTERE ALLA REDAZIONE: IL COMUNE DI CHIUSDINO CONCEDE ALLA MASSONERIA L'USO DELL'ABBAZIA DI SAN GALGANO PER LA CELEBRAZIONE DI RITI INIZIATICI
Profanata la memoria di San Galgano, il santo della spada nella roccia (che la Massoneria tenta di associare al mito di Re Artù con il quale non c'entra nulla)
di Giano Colli

Carissimi Amici di BastaBugie,
Vi invio il messaggio di posta elettronica che il Sig. Alessio Tommasi Baldi ha inviato alle autorità del Comune di Chiusdino – Provincia di Siena – in ordine alla notizia del raduno massonico organizzato dal Grande Oriente d’Italia nella ex abbazia di San Galgano: si è rinnovato anche quest’anno lo scandalo che già avvenne lo scorso anno; si ripeterà dunque ogni anno questa invasione di massoni corredati di compassi e zinali in un luogo che è – E’, non già FU – sacro alla memoria di Galgano, cavaliere ed eremita?
La massoneria prima ha tentato di destituire il nostro glorioso concittadino e celeste patrono di ogni consistenza storica, con forzosi paragoni alle storie di Re Artù e dei cavalieri della Tavola Rotonda, pretendendo relegarlo nel mondo del mito, adesso si impadronisce pure delle sue memorie.
Mi rivolgo a Voi, nella speranza che non ci lascerete soli in questa battaglia.
Vi chiedo, naturalmente se lo ritenete opportuno, di inviare una vostra nota di protesta al Sindaco del Comune di Chiusdino, Signor Ivano Minocci, sindaco@comune.chiusdino.siena.it; ivanominocci@libero.it, ed al presidente dell’Unione dei Comuni della Val di Merse, Dott.ssa Luciana Bartaletti, bartaletti.luciana@gmail.com, gestori del luoghi.
Forse se da più parti giungeranno vibrate proteste a chi di competenza, per questo scempio morale, qualcosa riusciremo a fermare.
Grazie dell’attenzione,
Andrea Conti
 
Di seguito il testo del messaggio del Sig. Alessio Tommasi-Baldi:
Ill.mo Sig. Sindaco, Gent.ma Presidente,
E' con sdegno e profondo rammarico che devo segnalare di nuovo come l'abbazia di San Galgano sia ormai divenuta una sorta di tempio massone.
Ribadisco che, pur nella consapevolezza che l'abbazia ormai non è più un tempio cristiano ma un polo d'attrazione turistica, non posso non sottolineare con forza l'assoluta inopportunità di concedere ad organizzazioni massonica l'uso del tempio per fini esoterici e rituali.
Esso resta, infatti, un simbolo della cristianità inscritto profondamente nella coscienza dei chiusdinesi ed è inaccettabile che venga profanato con la celebrazione di riti iniziatici della Massoneria. Organizzazione che, vi ricordo, è colpita da un numero impressionante di scomuniche ribadite nei secoli e ininterrottamente confermate (l'ultima fu dell'amato Giovanni Paolo II). Si tratta di un’organizzazione che ha da sempre aspramente combattuto la Chiesa Cattolica, non solo diffondendo una filosofia totalmente contraria alla Legge di Dio ed a quella dell'uomo ritenendosi i suoi adepti uomini e donne superiori, ai quali il "grande muratore" ha affidato e affida il compito di guidare e governare il mondo. Essi continuano a combattere la Chiesa con tutti i mezzi possibili di propaganda mediatica di diffamazione (in passato persino con armi ed eserciti).
Non va dimenticato, tra l'altro, che proprio dentro questo culto esoterico germogliano e crescono associazioni e logge segrete di potere che spesso in passato e tutt'oggi muovono a loro piacere i fili dell'economia e dello Stato con metodi illeciti (ricordo solo la P 2 perché la più famosa tra queste tristi e pericolose vicende).
Non si tratta di intolleranza, non di discriminazione, ma di giustizia!
Ho sempre udito da voi parole forti in difesa della natura intrinseca del luogo e contro manifestazioni che non sia di alto livello culturale e non mercifichino San Galgano. Ho udito la vostra voce nel considerare indegno ed inopportuno sfilare in bikini nel tempio o critiche aspre per l'installazione di strutture artisticamente discutibili o rifiuti verso iniziative inopportune o di scarso interesse e livello culturale.
Se a fronte di ciò si continua a permetterne l'uso a fini iniziatici per la Massoneria , allora si aprano le porte del tempio a messe nere, a falò di neo-streghe, a preghiere islamiche o buddiste, si permetta in esso la celebrazione di riti per la venuta degli alieni e si faccia dell'abbazia il giocattolo remunerativo di chiunque abbia modo di pagare l'affitto (ammesso che queste cerimonie siano state autorizzate regolarmente!)
Voglio credere con tutte le mie forze che d'ora in poi, essendo ora il Comune titolare della gestione del complesso abbaziale, le istituzioni locali veglieranno con maggior attenzione e rispetto verso questo tesoro che ci è stato lasciato da una delle più alte espressione della Fede sulla terra : LA SANTITA' DI UN UOMO! Simbolo ancor oggi vivo ed esempio attuale per ciascuno di noi.
Fiducioso in un "cambio di rotta" ma fermo e determinato in questa battaglia di giustizia e verità, vi saluto cordialmente

Gentile professor Conti,
ci uniamo alla vostra battaglia in difesa delle radici cristiane delle nostre terre. Solo miopi amministratori locali possono permettere lo scempio da voi denunciato.
Segnaliamo ai nostri lettori il sito internet della Confraternita di San Galgano di Chiusdino di cui il professor Conti è Priore Generale: http://www.confraternita-sangalgano.it

Per chi fosse interessato ad approfondire la conoscenza di San Galgano, il primo santo della storia della chiesa canonizzato con un regolare processo, può leggere il bel libro:
di Andrea Conti e Mario Arturo Iannaccone "La spada e la roccia. San Galgano, la storia e la leggenda", Sugarco edizioni, Milano 2007, pagg. 240.

 
Fonte: Redazione di BastaBugie, 25 ottobre 2010

Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it