« Torna alla edizione


''IMAGINE'' DI JOHN LENNON: UTOPIA PACIFISTA INTRISA DI IDEOLOGIE TOTALITARIE
Inneggia a un mondo senza Dio dove finalmente vivere in pace: ma questo programma è già stato realizzato da comunismo e nazionalsocialismo... e non è stato un mondo migliore!
di Gabriele D'Amato

Imagine di John Lennon è stata decretata più e più volte (anche ufficialmente credo) la canzone del secolo scorso. Certo, non si può dire che la sua melodia non sia sublime, e a un orecchio poco attento anche i suoi testi sembrerebbero vera poesia. Ma esaminandoli attentamente si può evincere come sia sottile e ben nascosto il messaggio che, subliminalmente (mica tanto subliminale poi), arriva alle nostre orecchie (...).

DUE MESSAGGI CHIARI: IL PARADISO (E DIO) E L'INFERNO (E IL DIAVOLO) NON ESISTONO
Immagina non ci sia il Paradiso
prova, è facile
Nessun inferno sotto i piedi
Sopra di noi solo il Cielo
Immagina che la gente viva per il presente

Sembra quasi che John volesse convincerci che senza il paradiso saremmo stati meglio. È facile dice lui! Quasi come a volere toglierci un peso; quella speranza che assilla ogni uomo: ci sarà il paradiso, oppure no? Non pensarci dice John! Immagina, non ci sarebbe nemmeno l'inferno, solamente il cielo terreno sopra di noi! Con 2 menzogne riesce quasi a farci credere che sia meglio come ci racconta.
In realtà, la prima affermazione, atta a negare il paradiso è un messaggio subliminale che vuole farci credere che non solo il paradiso (e quindi il regno di Dio) non esista, ma di conseguenza anche Dio stesso. Questo per fare perdere la fede agli uomini. Un classico pensiero ateo tanto di moda ai tempi di John e tornato in voga oggi giorno, in cui qualche stolto si ostina a credere e a volere fare credere ad altri che senza Dio si sta meglio, ma soprattutto che non c'è bisogno di lui.
Il secondo passo è poi una classica influenza demoniaca, in cui il diavolo insidia il povero John a scrivere e cantare questa orrenda nenia mascherata da grande canzone, con l'obiettivo di nascondere la sua esistenza. Niente inferno e quindi niente diavolo. Raggiunto così l'obiettivo primario del diavolo, che è quello di fare credere agli uomini di non esistere. Infine una piccola speranza, che per come gira tutta la prima fase della canzone sembra quasi una figata: "solo il cielo sopra di noi". Agli uomini spetta molto di più di un cielo terreno! Spetta il regno di Dio!
Immagina poi che la gente viva solo per il presente. Svuotala di tutto! Niente speranze, niente sogni, niente passato e niente futuro, niente memoria e niente esperienza. Solo oggi, solo adesso! Potrebbe sembrare quasi avere relazione con alcune scritture che dicono che ad ogni giorno basta la sua pena, ma questo non significa che gli uomini debbano vivere solo il presente!

UN MISTONE DI ATEISMO E NUOVO ORDINE MONDIALE PER COMPIACERE GLI STOLTI
Immagina non ci siano paesi
non è difficile
Niente per cui uccidere e morire
e nessuna religione
Immagina che tutti
vivano la loro vita in pace

La prima frase sembra un preludio al nuovo ordine mondiale, che nei passi successivi della canzone trova infatti conferma. Niente per uccidere e morire. Quindi nemmeno per dare la vita e vivere? Poiché in un mondo dove non esiste il male non esiste nemmeno il bene. Essi sono paritari. Al di sopra di ogni contesto e regola divina. Senza uno l'altro non c'è. La forza e il futuro degli uomini sta nel fatto che un giorno vivranno conoscendo pienamente entrambi e la loro consapevolezza sarà così ampia, così infinita, che vivranno solo per il bene, rinnegando completamente il male. Entrambi esisteranno, ma il male non avrà modo di essere, poiché nessuno lo compirà.
Ma non è ancora questo il giorno. Prima di vedere la luce, gli uomini devono passare attraverso le tenebre. Illuderli che ci sia una scorciatoia equivale ad allontanarli dalla verità, indebolirli. Mostrargli le cose come stanno equivale invece a renderli consapevoli dei propri percorsi e delle proprie responsabilità, fortificandoli, rendendoli consapevoli della loro forza e del loro destino! La morte poi, fa parte della vita. Non è certo contraria ad essa. Poiché il contrario dell'esistenza è la non esistenza. Ma quando gli uomini muoiono continuando ad esistere, fanno un'esperienza. Solo tramite la morte ci può essere una rinascita!
Nessuna religione. Beh, quasi sono d'accordo, ma solo perché considero la parola religione inventata dagli uomini. Quando gli uomini vivono il loro rapporto con Dio in spirito e verità non c'è nessuna religione. Ma il messaggio di John pare ancora una volta un invito all'ateismo: senza religione nessuno litiga, si sta meglio. E ancora una volta il messaggio subliminale è dietro l'angolo: senza Dio tutti stiamo meglio! Infine ancora il messaggio invogliatore che chiude il verso: tutti vivremo così in pace. Ancora una volta si offre un piacere terreno per allontanare gli uomini dal loro destino spirituale. Vivere questa vita in pace, senza guerre, senza morte, senza religione. Eppure gli uomini sono simili a Dio proprio perché hanno conosciuto il bene e il male.

UNISCITI A NOI IN UN MONDO CON UNA SOLA BANDIERA E CHE NON HA BISOGNO DI DIO
Puoi dire che sono un sognatore
ma non sono il solo
Spero che ti unirai anche tu un giorno
e che il mondo diventi uno

Non dirò che sei un sognatore, ma solo che sei stato uno stolto. Avrò comprensione di te, che sei caduto nelle trappole del male. John cerca di valorizzare il suo pensiero dicendoci che non è il solo, ma che sono tanti, quasi a invogliarci a entrare a fare parte della loro cerchia, a non rimanere in disparte, ad unirci al gruppo. No grazie, personalmente sto bene dove sono. Non mi unirò a voi.
La speranza che il mondo diventi uno, associata alla prima strofa del secondo verso, conferma quanto detto circa il nuovo ordine mondiale. Un mondo che John sperava di vedere e che personalmente sono contento non abbia visto e che mi auguro di non dovere vedere io. Un mondo dove Dio non esiste, dove gli uomini vivono una falsa pace poiché istituzionalizzata dai potenti del mondo. Una pace quasi soporifera, dove la verità è nascosta agli uomini. Un mondo dove non ci sono più diversità perché i potenti del mondo hanno conformato tutti gli uomini sotto un unico pensiero ed un'unica bandiera. Un mondo senza paesi. Un mondo solo, un mondo triste.

UN MONDO SENZA POSSESSI. JOHN LENNON PERÒ PUÒ AVERE FERRARI, VILLE E UN GRAN PACCO DI SOLDI!
Immagina un mondo senza possessi
mi chiedo se ci riesci
senza necessità di avidità o rabbia
La fratellanza tra gli uomini
Immagina tutta le gente
condividere il mondo intero

Si, credo di potere riuscire a immaginare un mondo senza possessi, avidità e rabbia. Ma per un uomo dei tuoi e dei miei tempi è un percorso difficile, questo è fuori discussione. Certo detto da chi girava in Ferrari ed era una rockstar milionaria fa sicuramente riflettere! John Lennon credeva che i soldi non cambiassero una persona e i suoi sentimenti. A mio avviso nulla di più sbagliato. Non a caso John Lennon era un ateo convinto e gli mancavano probabilmente i concetti di carità e ricchezza interiore. Nonostante cantasse alcune cose ne viveva poi altre.
I soldi sono la prima cosa che manda fuori di testa un uomo; oggi come ai suoi tempi. Ritengo facesse grosse battaglie interiori (almeno spero per lui che combattesse in qualche modo ciò che diceva e cantava), soprattutto quando si esaltava nell'essere, insieme ai Beatles, più famoso di Gesù Cristo. Non so se sia vera questa affermazione, ma Cristo è "famoso" da circa 2000 anni, molta gente tra 2000 anni non saprà più chi è John Lennon. Questo solo per rimanere in linea con gli astrusi pensieri di Lennon, visto che non è assolutamente mia intenzione paragonare Lennon al Cristo!
Il finale di verso (e fondamentalmente di canzone) sembrerebbe essere ancora una volta un invito ad abbracciare il pensiero in cui gli uomini condividono il mondo. Dove sono tutti fratelli, tutti uniti sotto un unica bandiera. Tutta la gente che condivide il mondo eh! Ma ci sarà pur stato qualcuno che non voleva condividerlo! Mi chiedo, costoro che fine hanno fatto? La forza e la bellezza degli uomini sono le diversità. Togligli queste e ucciderai la specie umana.

CIÒ CHE CREDEVA E CHE HA FATTO JOHN LENNON
Con le sue canzoni John Lennon ha pubblicizzato ateismo e ordine mondiale passando per un pacifista e intellettuale. Ancora una volta una figura commerciale ha inebetito la stragrande maggioranza di persone che non ha capito proprio nulla di ciò che Lennon credeva e cantava.
Rispetto John Lennon come persona e tutti i suoi fan e con questo post non voglio di certo offendere la sua memoria, ma solo porre il dubbio in coloro che lo hanno sempre visto come un pacifista e portatore di grandi messaggi umanitari. Nella sua canzone "God", John Lennon dichiara di non credere alle scritture e al Cristo. Con Imagine sembra quasi volerci invitare in nuovo mondo.
Un mondo che, guarda caso, è tale e quale a quello che i potenti della terra stanno architettando per il prossimo secolo. In questo mondo tutti gli uomini saranno ghermiti da forze e poteri oscuri e la cosa assurda è che ringrazieranno per questo gli uomini che li ridurranno in questo stato. Vivranno nell'ignoranza e la falsità e crederanno di vivere in un mondo onesto, intelligente e veritiero.
Grazie John Lennon!

 
Fonte: Gabblog


Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

amicideltimone-staggia.it
FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it