« Torna alla edizione


LETTERE ALLA REDAZIONE: LE RECITE NATALIZIE CHE DIMENTICANO GESU'
I racconti dei lettori di BastaBugie sulle recite scolastiche che censurano il significato del Natale
di Giano Colli

Spett.le redazione di BastaBugie,
la mia esperienza conferma quanto detto dal Sig. Alberto.
Ho 31 anni, sono sposato e con 2 figlie (un terzo/a in arrivo!). Quest'anno mi ha molto rattristato la recita di Natale (si può davvero ancora chiamare così?) nella scuola materna (pubblica) di mia figlia più grande (4 anni).
I personaggi erano folletti, aiutanti di Babbo Natale e renne; il tema principale dello spettacolo era il confezionamento e la consegna dei regali. Della natività nemmeno l'ombra. Il tutto condito da una bellissima colonna sonora asettica (non sia mai che qualcuno si offende): "Imagine" di John Lennon, a mio avviso manifesto di relativismo, buonismo, pacifismo e tutti quegli "ismi" che celano abilmente un pensiero dominante tutt'altro che edificante. Che dire, il festival dell'appiattimento e della mediocrità.
Meno male che mia figlia ha avuto modo di testimoniare il Vero quando è stata interpellata; alla maestra che in classe ha chiesto cosa si festeggiasse a Natale, lei non ha avuto dubbi: la nascita di Gesù bambino.
Per quanto riguarda l'articolo 31 da voi citato, no comment: per la mia seconda figlia ho richiesto e ottenuto i "bonus bebè" della regione Lazio.
Sono arrivati a quasi 2 anni dalla richiesta: 450 euro in  voucher da 15 euro, da spendere solo in esercizi convenzionati, e che per di più impongono limitazioni ai beni acquistabili; solo omogeneizzati, pannolini o giocattoli di marche blasonate orientate al bambino (costosissime, ma comunque made in China). Omogeneizzati??? Mia figlia di due anni mangia bistecche più grandi delle mie!
C'è da dire che le limitazioni sono imposte dagli esercenti, più che dalla Regione: ma ci credo io, se i tempi di risarcimento della Regione agli esercenti superano i 7 mesi!!
Meno male che nella mia vita ho avuto modo di conoscere Dio, e Suo Figlio Gesù Cristo, imparando che non di solo pane vive l'uomo, ma soprattutto che la Provvidenza opera in modi veramente originali e gratuiti: altro che voucher.
Fabrizio

Cari amici di BastaBugie,
ho letto con attenzione l'articolo del 28/12/12 e devo riconoscere che è vero: l'anno scorso, anche nella mia scuola - mio malgrado - si è vissuta una desolante performance nella quale Gesù Bambino non è stato nominato neanche una volta (e la recita si è tenuta in una chiesa!!!).
Grazie per i vostri articoli.
Carissimi auguri.
Antonella

Cari lettori,
ecco i vostri racconti che rispondono all'appello di un nostro lettore pubblicato in questo articolo:
http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2588
Per quanto riguarda la canzone "Imagine" di John Lennon già avevamo pubblicato un articolo anche per mettere in guardia i sacerdoti visto che non sono rari coloro che chiedono di poterla suonare addirittura al loro matrimonio in chiesa. Ecco l'articolo chiarificatore da noi diffuso il 26 agosto 2011:
''IMAGINE'' DI JOHN LENNON: UTOPIA PACIFISTA INTRISA DI IDEOLOGIE TOTALITARIE
Inneggia a un mondo senza Dio dove finalmente vivere in pace: ma questo programma è già stato realizzato da comunismo e nazionalsocialismo... e non è stato un mondo migliore!
http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=1880
Non si sa se ridere o piangere. In ogni caso c'è bisogno che i cristiani tornino ad essere il sale della terra. Gesù ci aveva avvertito che se il sale perde il suo sapore non servirebbe più a nulla. Tocca quindi a ciascuno di noi agire, ciascuno nel suo ambito, per ricristianizzare una società ormai allo sbando sotto tutti i punti di vista.

 
Fonte: Redazione di BastaBugie, 14/01/2013

Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it