« Torna alla edizione


ESAME DI COSCIENZA SUI DIECI COMANDAMENTI
Ho inoltre rispettato i 5 Precetti Generali della Chiesa? Sono fuggito dai 7 vizi capitali? Mi sono impegnato al massimo nei doveri del mio stato (moglie, marito, genitore, figlio, lavoratore, educatore, sacerdote, ecc.)?
di Giano Colli

I COMANDAMENTO: NON AVRAI ALTRO DIO ALL'INFUORI DI ME
Ho pregato ogni giorno? Durante la preghiera mi sono distratto? Ho temuto di mostrarmi cattolico per non passare male o essere considerato integralista? Ho trascurato di approfondire le verità della Fede cattolica? Se ho avuto un dubbio di fede ho tralasciato di chiedere spiegazioni a un sacerdote? Ho letto libri o guardato programmi televisivi contrari alla Fede o alla morale cattolica? Ho parlato contro il cristianesimo? Mi sono lamentato con Dio come se la Provvidenza non esistesse? Ho aderito a società contrarie alla Chiesa (massoneria, comunismo, sette eretiche)? Ho letto gli oroscopi? Ho fatto gesti scaramantici o possiedo amuleti? Ho consultato maghi ed indovini (tarocchi, lettura della mano, ecc.)? Ho partecipato a pratiche magiche o a sedute spiritiche?
CONTRO LA FEDE: ho rifiutato una o più verità rivelate da Dio ed insegnate dalla Chiesa? Ho rispettato ed amato la Santa Chiesa di Dio e il Papa?
CONTRO LA SPERANZA: ho mancato di fiducia nella bontà e Provvidenza di Dio? Ho dimenticato di invocare l'aiuto della Grazia di Dio? Credo veramente alla promessa di Dio di aiutare chi Lo prega umilmente e confida nella Sua Bontà ed Onnipotenza? In senso opposto: ho peccato di presunzione abusando della Bontà di Dio? Ho pensato di poter essere perdonato anche senza confessarmi?
CONTRO LA CARITÀ: ho rifiutato di amare Dio sopra ogni cosa? Ho trascorso giorni o settimane senza mai compiere il minimo atto d'amore verso Dio, senza pensare a Lui? Sono ateo (Dio non c'è) o agnostico (non mi interessa sapere se Dio c'è)? Ho creduto giusto il laicismo (cioè non ho riconosciuto i diritti di Dio e di Cristo Re sulla società e sugli individui)? Ho profanato cose sante? Ho fatto la comunione non in stato di Grazia, cioè con un peccato mortale sulla coscienza? Mi sono confessato non dicendo un peccato mortale fatto? (in questi ultimi due casi il peccato è particolarmente grave in quanto è un sacrilegio)
CARITÀ VERSO IL PROSSIMO: vedo nel prossimo un'anima fatta ad immagine di Dio? Amo i nemici e perdono le offese ricevute? Ho disprezzato, detestato, deriso il prossimo?

II COMANDAMENTO: NON  NOMINARE IL NOME DI DIO INVANO
Ho giurato il falso? Ho giurato inutilmente? Ho mandato gli accidenti a me stesso o ad altri? Ho mancato di rispetto al nome di Dio, della Vergine Maria, dei Santi? Li ho nominati con irriverenza o per gioco o in una barzelletta? Ho bestemmiato? Ho mancato in promesse fatte a Dio?

III COMANDAMENTO: RICORDATI DI SANTIFICARE LE FESTE
Non ho partecipato alla Messa nei giorni nei giorni di precetto (tutte le Domeniche e feste comandate)? Ho partecipato alla Messa con distrazione? Ho lavorato (o fatto lavorare) nei giorni festivi senza grave necessità? Ho curato la mia formazione religiosa?

IV COMANDAMENTO: ONORA IL PADRE E LA MADRE
Figli: ho mancato di rispetto ai genitori? Ho disobbedito (se abito ancora con loro)? Ho causato dispiaceri ai genitori? Ho trascurato di assisterli nella loro vita e, soprattutto, al momento della vecchiaia e della morte? Ho trascurato di pregare per loro, nelle pene della vita e, soprattutto, dopo la morte? Ho disprezzato o tenuto in nessun conto i loro saggi consigli? Li ho fatti sentire inutili o un peso?
Genitori: mi sono sempre preoccupato dell'educazione dei miei figli? Ho provveduto alla loro istruzione religiosa? Li ho fatti pregare? Mi sono preoccupato di accostarli spesso ai Sacramenti? Ho scelto per loro le scuole più sicure per la loro formazione umana e cristiana? Ho vigilato su di loro e sulle loro amicizie? Li ho consigliati e brontolati? Ho saputo punirli (anche fisicamente) al momento opportuno? Ho dato loro il buon esempio? Al momento della scelta del loro stato (lavoro, matrimonio, sacerdozio, vita consacrata) ho fatto prevalere la mia volontà su quella di Dio?
SPOSI: ho mancato al sostegno reciproco (affettivo, materiale, spirituale)? Il mio amore per il coniuge è veramente paziente, premuroso, pronto al perdono? Ho criticato il coniuge in presenza dei figli o degli estranei? Lo ho maltrattato anche solo a parole? Compio i miei doveri coniugali?
INFERIORI: (impiegati, commessi, operai, soldati): ho mancato di rispetto, di obbedienza verso i superiori? Ho fatto loro dei torti, con critiche ingiuste o in altro modo? Ho mancato nell'adempimento dei miei doveri? Ho abusato della loro fiducia?
SUPERIORI: (datori di lavoro, dirigenti, ufficiali): ho mancato alla giustizia, non dando loro il giusto salario? Ho pensato alle loro necessità? Li ho puniti ingiustamente? Ho vigilato con cura sulla loro moralità? Ho favorito il compimento dei loro doveri cristiani? Ho sempre trattato i dipendenti con bontà, equità, carità senza perdere la pazienza?

V COMANDAMENTO: NON UCCIDERE
Mi sono abbandonato all'ira? Ho avuto desideri di vendetta? Ho augurato (anche solo con il pensiero) il male al mio prossimo? Ho odiato? Ho saputo perdonare anche coloro che vogliono il mio male? Ho offeso, picchiato, ferito? Pratico la pazienza? Ho dato cattivi consigli? Ho dato scandalo con parole o con azioni? Ho trasgredito gravemente il codice della strada, mettendo a rischio la vita mia o altrui? Ho abortito o fatto abortire o consigliato l'aborto? Ho tolto le cure ordinarie a una persona malata (eutanasia)?

VI COMANDAMENTO: NON COMMETTERE ATTI IMPURI

IX COMANDAMENTO: NON DESIDERARE LA DONNA D'ALTRI
Mi sono soffermato volontariamente in pensieri o desideri contrari alla purezza? Ho fuggito le occasioni di peccato (conversazioni e divertimenti pericolosi, letture ed immagini immorali, siti internet o trasmissioni televisive indecenti)? Ho commesso atti impuri (da solo o con altri)? Mantengo legami o amicizie pericolose per la salvaguardia della castità? Ho usato mezzi contraccettivi (pillola anticoncezionale, preservativo, diaframma). Ho fatto fecondazione artificiale? Ho "donato" sperma o ovuli? Mi sono rifiutato a letto al mio coniuge, se non per motivi di salute gravi?
Per le donne il comandamento non è solo "Non desiderare l'uomo d'altri", ma soprattutto "Non farti desiderare da chi non è tuo marito". E quindi: ho indossato abiti indecenti o compiuto gesti provocanti che attirano gli sguardi?
LA FORNICAZIONE (relazioni sessuali tra un uomo e una donna al di fuori del Sacramento del Matrimonio)  è SEMPRE PECCATO MORTALE (anche tra fidanzati prossimi al matrimonio). Se l'uno o entrambi sono sposati, si compie il peccato di adulterio (semplice o doppio), che deve essere confessato.
Ho commesso adulterio? Ho divorziato? Ho avuto relazioni sessuali con persone del mio stesso sesso (omosessualità)? Ho compiuto atti contro natura (anche se con il coniuge)? Incesto? Bestialità? Perversioni sessuali?

VII COMANDAMENTO: NON RUBARE
X COMANDAMENTO: NON DESIDERARE LA ROBA D'ALTRI
Ho desiderato di appropriarmi di beni altrui? Ho commesso o aiutato a commettere ingiustizie, frodi o furti? Ho pagato i debiti? Ho ingannato o danneggiato il prossimo nei suoi beni? L'ho desiderato? Non ho restituito un oggetto che mi era stato prestato? Ho commesso abusi nelle vendite, nei contratti?
N.B. Il furto, perché la confessione sia valida, comporta sempre l'obbligo della restituzione.

VIII COMANDAMENTO: NON DIRE FALSA TESTIMONIANZA
Ho mentito a chi aveva diritto di sapere? Ho fatto o diffuso sospetti, giudizi temerari? Ho mormorato (parlato male alle spalle)? Ho calunniato (diffondendo false notizie)? Ho reso false testimonianze? Ho violato segreti (corrispondenza altrui, confessione ascoltata per errore, ecc.)?

PRECETTI GENERALI DELLA CHIESA
1. Partecipa alla Messa la domenica e le altre feste comandate e rimani libero dalle occupazioni del lavoro.
2. Confessa i tuoi peccati almeno una volta all'anno. Mi sono confessato con frequenza? Ho fatto un buon esame di coscienza? Ho un padre spirituale? Vado a parlargli con regolarità? Mi sottometto al suo giudizio?
3. Ricevi il sacramento dell'Eucaristia almeno a Pasqua. Osservo il digiuno di un'ora prima della Comunione? Ho fatto la comunione sapendo di avere peccati mortali sulla coscienza? Mi sono preparato degnamente a ricevere Gesù? Ho fatto poi il ringraziamento?
4. In giorni stabiliti dalla Chiesa astieniti dal mangiare carne e osserva il digiuno. Ho osservato i digiuni e le astinenze prescritte dalla Chiesa (ad esempio: l'astinenza dalle carni e dai cibi prelibati i venerdì di tutto l'anno)?
5. Sovvieni alle necessità della Chiesa. Ho aiutato la Chiesa (mettendomi a servizio gratuitamente e con consistenti donazioni in denaro), secondo le mie possibilità?

VIZI (O PECCATI) CAPITALI
1) SUPERBIA: quale stima ho di me? Agisco per orgoglio? Spreco denaro nella ricerca del lusso? Mi sono compiaciuto in pensieri di vanità? Sono suscettibile? Sono permaloso? Sono schiavo del "cosa dirà la gente" o della moda?
2) AVARIZIA: sono troppo attaccato ai beni terreni? Ho sempre fatto elemosine secondo le mie possibilità? Per desiderio di avere, ho violato le leggi di giustizia? Ho praticato il gioco d'azzardo? Ho parlato con il padre spirituale delle scelte fatte in campo economico o lavorativo?
3) LUSSURIA: vedi VI e IX Comandamento
4) INVIDIA: ho avuto sentimenti di gelosia? Ho cercato di nuocere agli altri per invidia? Mi sono compiaciuto del male altrui? Mi sono rattristato del bene altrui?
5) GOLA: ho ecceduto nel mangiare o nel bere mettendo a rischio la salute? Mi sono ubriacato? Sono stato troppo ricercato nel cibo e nelle bevande? Ho assunto droghe?
6) IRA:  vedi V Comandamento
7) ACCIDIA (PIGRIZIA): sono pigro nell'alzarmi la mattina? Nello studio? Nel compiere i miei doveri di stato?

DOVERI DI STATO
Ho mancato agli obblighi del mio stato (moglie, marito, genitore, figlio, lavoratore, educatore, sacerdote, ecc.)? Mi sono impegnato al massimo nella mia professione per fare un buon servizio al prossimo?

CONSIGLIO FINALE
Se la confessione ti costa un po', recita una preghiera alla Vergine Maria. Il suo aiuto non ti mancherà. Ultimata la preparazione, entra nel confessionale con umiltà e raccoglimento, considerando che il sacerdote occupa il posto di Gesù Cristo nostro Signore, e accusa tutti i peccati con sincerità.

 
Fonte: Redazione di BastaBugie, 30 dicembre 2014

Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it