« Torna alla edizione


LETTERE ALLA REDAZIONE: MARIO PALMARO RESTERA' SEMPRE NEI NOSTRI CUORI
Il suo modo di parlare era così chiaro e vivace che chi lo ascoltava veniva rapito dal fluire dei suoi ragionamenti
di Giano Colli

Gentile redazione di BastaBugie,
la lettura degli articoli di commemorazione di Mario Palmaro che avete pubblicato hanno ridestato in me alcune emozioni che ho vissuto avendolo conosciuto personalmente e incontrato più volte. Vorrei condividerle con voi.
Con Mario Palmaro è stato "amore a prima vista"! Prima di tutto perché la sua persona ispirava un senso di tranquillità e fermezza. Inoltre, il suo modo di parlare era così chiaro e vivace che l'attenzione di tutti quelli che lo ascoltavano era inevitabilmente rapita dal fluire dei suoi ragionamenti. Tutti, compresi quelli un po' più duri di comprendonio come me, erano in grado di capire ciò che lui spiegava, riuscendo ad imparare concetti a volte anche complicati in maniera indelebile. E questo è continuato ad avvenire anche alle sue ultime conferenze, dove, seppur provato dalla malattia riusciva a mantenere lo stesso livello di qualità.
Una delle prime volte che lo incontrai ero insieme al mio parroco, e gli dissi quanto fosse piacevole ascoltarlo. Annamaria, la moglie di Palmaro, confermò che si era invaghita di lui proprio sentendolo parlare. Palmaro, come era solito fare, rispose con una delle sue battute, che gli venivano bene perché riusciva a farle con atteggiamento e tono seri. "Anch'io la notai", disse, "Era l'unica ragazza giovane in tutta la sala e mentre parlavo annuiva con la testa". Capii subito che lo scherzo e la battuta erano parte integrante della vita di Palmaro. Non finiva quasi nessuna frase senza una battuta, persino mentre enunciava concetti seri durante le sue conferenze, ed è anche per questo che lo si ascoltava tanto volentieri!
Questo suo modo di essere scherzoso trasmetteva la gioia di vivere propria del cattolico, quello vero. Perché Palmaro differiva totalmente dall'etichetta triste e seriosa che viene spesso attribuita al mondo cattolico solo perché nel Vangelo e nella tradizione della Chiesa sono presenti i comandi che, sotto le mentite spoglie di divieti, in realtà sono la via per la vera libertà e quindi la vera gioia! Palmaro aveva la freschezza di una fede vissuta nell'abbandono totale del figlio verso il Padre Celeste e la Madre Chiesa. In fondo è così che fa qualsiasi bambino nei confronti del padre e della madre. E questo in lui traspariva senza tanti discorsi, anche nel momento difficile della prova.
Palmaro dimostrava di credere in tutto ciò che affermava. Non spiegava in modo accademico, nonostante fosse un professore ma insegnava mettendoci tutta l'anima. E' così che era riuscito a suscitare in tutti noi un grande entusiasmo e una grande voglia di essere apologeti. Difendeva sempre strenuamente le verità della dottrina cattolica, ma anche le evidenze del diritto naturale. Personalmente mi appassionava molto quando dimostrava con la sola ragione quanto l'aborto, l'eutanasia, la contraccezione fossero degli errori. Si veniva subito contagiati dalla voglia di spiegarlo il prima possibile a quanti la pensavano diversamente oppure erano ignoranti rispetto a certe tematiche.
Era una persona molto semplice e alla mano e si comportò sempre con noi giovani come "uno di noi". Quando iniziò ad essere molto spesso il relatore delle nostre conferenze, non mancò mai di cenare con noi prima della conferenza, sempre con moglie e prole al seguito. Ricordo che una delle prime volte noi del Centro Culturale Amici del Timone di Staggia Senese gli organizzammo una cena molto spartana in una delle aule parrocchiali per il catechismo ed anche in quel caso fu molto lieto di intrattenersi con noi ridendo e scherzando normalmente.
Tutti noi abbiamo imparato davvero tanto da lui, sia riguardo ai temi di bioetica che insegnava, sia grazie alla sua testimonianza di fede e di padre di famiglia. Più tardi, quando noi giovani siamo diventati un po' più adulti e abbiamo messo su famiglia, abbiamo beneficiato anche dei suoi consigli su come litigare in modo proficuo all'interno della coppia, così da far funzionare bene il matrimonio e di come educare i figli, evitando errori comuni che non permettono loro di crescere in maniera equilibrata. Su questi temi ha tenuto la sua ultima conversazione con noi ad un ritiro per famiglie e dei suoi consigli preziosi ne abbiamo fatto tesoro, perché Mario Palmaro è davvero insostituibile!
Qui si può trovare un breve resoconto e la possibilità di farsi inviare il dvd:
http://www.amicideltimone-staggia.it/it/articoli.php?id=107
L'ultima grande testimonianza di coraggio e di voglia di essere sempre in prima fila ce l'ha data alla Marcia per la Vita, quando, nonostante lo stadio già avanzato della sua malattia, volle esserci, sempre con moglie e figli al seguito, sempre con quel suo modo gioioso.
Vanessa Gruosso

Cara Vanessa,
la tua mail meritava senz'altro di essere pubblicata per la freschezza con cui hai voluto ricordare la tua amicizia con Mario Palmaro e la sua famiglia.
Anche per noi di BastaBugie è stato un grande amico. Consigliamo l'acquisto del libro "MARIO PALMARO. IL BUON SEME FIORIRÀ" di Alessandro Gnocchi - Fede & Cultura - pp. 160 - € 16.00.
In questo libro, Alessandro Gnocchi ha raccolto il ricordo di un gruppo di amici per ricordare la sua vita pubblica e privata.

 
Fonte: Redazione di BastaBugie, 25 marzo 2015

Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it