« Torna alla edizione


GENDER A SCUOLA: HAI 5 ANNI? PENSACI BENE, SEI GAY?
Altre notizie dal gaio mondo gay: corsi pre-matrimoniali gay, donne ''trasformate'' in uomini che però ora vogliono partorire, dichiarazione choc del cardinal Maradiaga, arrestato il ballerino gay di ''amici'' per omicidio
da Notizie ProVita

Un nuovo piano elaborato dal Ministero dell'Istruzione scozzese per gli alunni della scuola primaria prevede che ai bambini, dai cinque anni in poi, venga chiesto di riflettere sul "gender" di appartenenza.
Il Consiglio scolastico del North Ayrshire, in Scozia, ha deciso di promuovere un progetto educativo che tende a scavalcare - come al solito - la famiglia, antiquata e obsoleta.
Il regolamento prevede l'istituzione di una Named Person (una sorta di preposto, responsabile, tutor, nominato nell'ambito scolastico) che accompagnerà il bambino nel dare risposte a domande sul suo "genere" di appartenenza. Collaborando con i genitori... ma anche no...
È infatti normale e salutare, secondo il regolamento, per i ragazzini - dai cinque anni in su - sentirsi attratti da maschi, da femmine o da entrambi, a prescindere dal proprio sesso di appartenenza.
Insomma la solita confusione che, secondo i dettami dell'ideologia gender, tende a normalizzare qualsiasi orientamento e attitudine sessuale, fin dalla più tenera età.
Poi, una volta ingenerata la confusione nei ragazzini, il numero di essi che viene sottoposto a trattamenti ormonali per il blocco della pubertà sale in modo esponenziale (con cospicui profitti per le case farmaceutiche e le cliniche specializzate).
Il No to "Named Person" Campaign Group si sta opponendo fortemente a questa politica governativa. Il portavoce, Simon Calvert, denuncia l'arroganza e la presunzione dei promotori della cosa: è un'ingerenza inaccettabile nella privacy delle famiglie, nel ruolo educativo primario dei genitori. Questa Named Person interferisce indebitamente, è un'imposizione dall'alto. Altro sarebbe se la consulenza di un esperto in certe questioni fosse richiesta dalla famiglia, la quale conosce e seleziona prima, lei stessa, l'esperto in questione.
Il documento del North Ayrshire è stato realizzato in collaborazione con il Servizio Sanitario nazionale e con la Polizia scozzese.
Vorremmo non preoccuparci troppo per quanto accade in Scozia. Così come non vorremmo preoccuparci di quanto fanno in California. Ma invece sappiamo bene che "Tutto il mondo è paese": il nostro MIUR e il nostro Parlamento si stanno dando un bel da fare per promuovere l'ideologia gender nelle scuole.
Forse sperano che durante l'estate l'attenzione dell'opinione pubblica sia meno vigile. Noi, però, gli stiamo con gli occhi puntati addosso.

Nota di BastaBugie: ecco altre notizie dal gaio mondo gay (sempre meno gaio).

CORSI PRE-MATRIMONIALI GAY
L'Arcigay di Vicenza propone dei corsi che potremmo definire "pre-matrimoniali" per persone omosessuali che intendono unirsi civilmente. Si inizia lunedì 26 settembre con l'inquadramento della disciplina giuridica sulle unioni civili; ad ottobre si parlerà di vita di coppia e prevenzione della violenza domestica ed infine di genitori omosessuali.
Un altro tassello per dire che le unioni civili vogliono assomigliare sempre di più al matrimonio tra un uomo e una donna.
(Gender Watch News, 31 agosto 2016)

TRANSESSUALI CHE VOGLIONO FARE LE MAMME
La prima donna che da "uomo" ha messo al mondo una bambina è stata la signora Beatie, la quale con il nome Thomas sposò Nancy e poi da lei divorziò. Ora AdnKronos ci informa che «sono decine i transgender che stanno congelando le loro uova nelle cliniche della fertilità prima di subire un intervento chirurgico o di sottoporsi a una terapia ormonale per cambiare sesso. […] Lo scorso anno in Gran Bretagna sono stati 15 mila i transgender che si sono rivolti alle cliniche di fertilità, mentre i dati ufficiali mostrano un tasso di successo di un solo bambino per ogni 29 embrioni creati da ovuli congelati». Tradotto: solo un bambino su 29 vede la luce.
Dunque queste donne vogliono essere uomini, ma la loro natura femminile, che ha nella maternità il suo elemento più spiccato, le richiama sempre alla loro vera identità sessuale. Alla fine questi trans che vogliono essere mamme confutano in modo palese la teoria del gender.
(Gender Watch News, 1° settembre 2016)

IL CARDINAL MARADIAGA: NESSUNO NASCE OMOSESSUALE
Il cardinale Oscar Maradiaga, capo del Consiglio dei nove cardinali istituito da Papa Francesco per rinnovare la curia, è intervenuto in un incontro con alcuni bambini di una scuola di Monaco di Vestfalia. In quell'occasione così si espresso sull'omosessualità: "Nessun uomo nasce omosessuale. Ognuno nasce uomo o donna per amare l'altro, questo è il piano di Dio".
Poi ha aggiunto che l'orientamento sessuale naturale è modificato solo da influenze negative durante l'infanzia o l'adolescenza come l'abuso sessuale, la pornografia, etc. Ha infine così concluso: "Nessuno dovrebbe essere schiavo delle sue passioni sessuali, ma deve imparare a gestirle con responsabilità e con autostima. Quindi abbiamo bisogno di formazione, non solo informazioni".
(Gender Watch News, 15 settembre 2016)

ACCUSA DI OMICIDIO PER L'EX BALLERINO DI "AMICI" MARCUS BELLAMY
È di circa una settimana fà la notizia che attesta l'efferato omicidio dell'ex ballerino di Amici Marcus Bellamy, a danno del compagno Bernardo Alamonte; non cessa però l'eco intorno a questo bagno di sangue che pare avere le sue cause in uno dei classici folli-raptus omosessuali, come nel corso dell'anno abbiamo visto consumarsi anche in Italia.
Marcus Bellamy, residente a New York dove conviveva con il compagno, lo avrebbe ucciso "per amore", secondo quanto si apprende dalla dichiarazione choc rilasciata dallo stesso tramite Facebook: "Perdonami, l'ho fatto per amore."
Secondo quanto riporta il Daily Mail, il 32enne, che fino al 2009 era tra i professionisti del talent di Maria De Filippi, avrebbe strangolato l'amante, tecnico informatico di 27 anni, al culmine di un violento litigio avvenuto nell'appartamento nel quale i due vivevano.
Le accuse verso Bellamy sono alimentate dalle numerose confessione agghiaccianti sempre riportate tramite personali post: "Ti amo tanto. Amo lui anche. Lui mi ha detto che l'amore e l'odio sono le stesse emozioni. Perdonami. Non so cosa ho fatto. L'ho fatto per amore".
Dopo il tragico episodio il ballerino ha lasciato l'appartamento e ha avvisato un vicino di casa dell'accaduto. Poco prima che arrivassero gli agenti - chiamati dallo stesso vicino di casa - Bellamy è stato visto da alcuni passanti mentre pregava su di un marciapiede. È stato conseguentemente arrestato dalla polizia, che lo ha poi trasportato all'ospedale di Lincoln perché accusava un forte dolore al petto.
Un'altra raccapricciante vicenda, dove s'intravedono gli antesignani di una vita sregolata, innaturale e completamente priva di stabilità interiore. In questo senso vanno compresi i latenti danni che possono emergere drasticamente e senza nessun preavviso dal modo di vivere omosessuale, spesso immerso nei continui cambi di partner, dovuti per la maggiore all'inconscia inquietudine che avvolge la quotidianità di queste persone.
(Cristiano Lugli, Osservatorio Gender, 1° settembre 2016)

 
Titolo originale: Gender a scuola. A 5 anni, pensaci bene: Sei gay?
Fonte: Notizie ProVita, 19/07/2016

Scegli un argomento

  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:  Autorizzo al trattamento dei miei dati ai sensi della legge sulla privacy (D.Lgs. 196/2003)

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it