« Torna alla edizione


I CRISTIANI SONO I PIU' PERSEGUITATI AL MONDO... MA NESSUN TELEGIORNALE NE PARLA
Anche in questo mese chiese sotto attacco in tutto il mondo con profanazioni, attentati ed atti vandalici (in un solo anno in Francia 1.052 attacchi anticristiani)
di Mauro Faverzani

Cristianofobia: si moltiplicano profanazioni, attentati ed atti vandalici ai danni delle chiese cattoliche in tutto il mondo. Compreso l'Occidente cristiano.
Negli Stati Uniti il senatore della Louisiana John Neely Kennedy, repubblicano, ha inviato lo scorso 11 agosto una lettera al procuratore generale William Barr, lettera in cui chiede di intensificare gli sforzi, per contrastare questa esplosione di violenza, scatenata da maggio contro edifici sacri, proprietà, strutture, parrocchie, cimiteri e persino contro numerose statue raffiguranti Santi, imbrattate, sradicate ed abbattute.
«I cattolici sono sotto attacco negli Usa», ha dichiarato il sen. Kennedy. In luglio la chiesa di Ocala, in Florida, è stata data alle fiamme, mentre all'interno i fedeli si stavano preparando per la S. Messa del mattino. Doloso è stato anche l'incendio appiccato ad una missione californiana, fondata da San Junipero Serra, mentre in una parrocchia di Chattanooga, nel Tennessee, una statua della Vergine Maria è stata decapitata, un'altra a Boston è stata data alle fiamme, una terza a Brooklyn è stata imbrattata con la scritta «Idolo», impressa con vernice spray nera. Atti analoghi sono stati registrati anche nel Colorado e nel Missouri. In alcuni casi gli autori sono stati identificati, in altri non ancora: sul banco degli imputati finiscono tanto singoli esagitati quanto gruppi organizzati e con finalità politiche.

I CRISTIANI SONO I PIÙ PERSEGUITATI AL MONDO
«I cristiani sono stati e restano purtroppo uno dei gruppi religiosi storicamente più perseguitati al mondo - ha ricordato il sen. Kennedy - Per sfuggire alla persecuzione religiosa, gruppi di rifugiati hanno compiuto un insidioso viaggio attraverso l'Atlantico verso l'America», salvo poi ritrovarsi anche qui facili obiettivi nel mirino di bande di facinorosi.
Per questo, il senatore ha chiesto al procuratore generale Barr di agire in fretta, per perseguire i responsabili degli atti criminali compiuti ed anche per prevenire ulteriori atti di intolleranza e persecuzione religiosa.
Dall'altra parte del mondo, in Europa, la situazione purtroppo non è diversa. In Francia, nella notte tra il 10 e l'11 agosto, una vera e propria profanazione è avvenuta presso la chiesa intitolata a San Pietro, a Montendre: le ostie consacrate sono state sottratte, la grande Croce centrale è stata spezzata e fatta letteralmente in mille pezzi ed il tabernacolo è stato distrutto e scaraventato al di fuori del sacro edificio. In un comunicato, la diocesi di La Rochelle e Saintes, nella cui giurisdizione rientra la chiesa colpita, ritiene che l'obiettivo dei criminali sacrileghi fosse «Cristo stesso», non essendo stati cagionati altri danni alla struttura, né essendo stato sottratto altro. È già stata sporta denuncia alla Polizia, che ha avviato le indagini del caso. Ma resta il dolore profondo presso la comunità dei fedeli a fronte della grave profanazione perpetrata: «Questo nuovo colpo di lancia nel costato di Cristo ferisce l'intera Chiesa cattolica del dipartimento di Charente Maritime», ha dichiarato mons. Georges Colomb, vescovo di La Rochelle e Saintes. Il vicario episcopale, Padre Bernard de Lisle, celebrerà alle ore 18 di mercoledì 19 agosto una S. Messa di riparazione.

SFREGI SENZA FINE
Sempre nella notte tra il 10 e l'11 agosto, il grande Crocifisso eretto nel parcheggio del Carrefour di Rivière-Salée è stato lordato con vernice nera, sul volto è stato messo un bavaglio ed un telo con la scritta «La fede uccide» è stato annodato ai fianchi della statua. Più o meno nelle stesse ore è stata sottratta la statua alta circa un metro, raffigurante la Vergine Maria, sistemata sulla terrazza lato mare della Casa di Cura «Villa Nostra Signora». Del caso si sta occupando la Gendarmeria. Lo scorso 11 agosto è stata inoltre profanata anche la chiesa dell'Assunzione e di San Michele di Verdun-sur-Garonne, l'8 agosto quella di San Giorgio a Chavanges, da cui sono stati sottratti 2 grandi calici, 5 ciborii ed una patena, oltre alla chiave del tabernacolo dell'altare maggiore. A febbraio nel mirino finì la chiesa di San Saturnino a Port d'Envaux e nel novembre scorso quella di Santo Stefano a Tonnay-Charente. È un elenco davvero triste, questo, un elenco che potremmo continuare...
Secondo i dati ufficiali del Ministero dell'Interno, nella sola Francia l'anno scorso sono stati segnalati 1.052 attacchi cristianofobici. Nel 2020 potrebbero essere molti di più. Ma nessuno ne parla... E qui come altrove si tende a derubricarli come semplici vandalismi...

ASCOLTA (leggo per te)

 
Titolo originale: Cristianofobia. Chiese sotto attacco in tutto il mondo
Fonte: Corrispondenza Romana, 18 Agosto 2020


  • Per ricevere gratis BASTABUGIE

    Email:
    Nome:
    Privacy:   Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa ai sensi del Decreto Legislativo 196/2003 e del Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio del 27 Aprile 2016 (GDPR). Autorizzo altresì il sito BastaBugie.it al trattamento dei miei dati personali per l'invio di una newsletter periodica.

FilmGarantiti.it
BASTABUGIE.it