BastaBugie n°51 del 10 ottobre 2008

Stampa ArticoloStampa


L’ATTACCO ALLE TORRI GEMELLE
L'amore contro l'odio
Autore: Anna Bono

Sette anni dopo l’attacco alle torri gemelle. L’11/9 e la generazione senza amore che non si era mai vista sulla terra.

 

Dicono che la maggior parte delle telefonate partite dalle Torri Gemelle di New York l’11 settembre 2001, appena prima che crollassero, siano state messaggi d’amore. Uomini e donne che sapevano di non poter più rivedere i loro cari hanno voluto dir loro “ti voglio bene” ancora una volta. Nel farlo, hanno in fin dei conti sconfitto l’odio immenso che li stava annientando. Non c’è persona che non provi amore; e, per contro, l’impegno con cui l’umanità si ingegna da sempre a impedire che l’amore si compia è prova dell’esistenza del peccato originale. Ma ad estirpare l’amore non c’è riuscito nemmeno il più completo dei progetti totalitari finora sperimentati, il comunismo, che ovunque, dall’Albania alla Cambogia, ha ottenuto di cancellare fiducia e confidenza, trasformando parenti e amici in spie, e di soffocare le espressioni d’affetto, tenerezza, dedizione. Ma non è riuscito ad annullare il sentimento che le ispira. Solo l’islam integralista, con la sua “cultura della morte”, sembra riuscito nell’impresa di annientare anche l’amore per i propri figli. È stato il regime sciita di Khomeini a creare i primi giovani shahid, i “martiri”, durante la guerra Iran-Iraq del 1980-1988: ragazzini mandati in battaglia e sui campi minati, con legata al collo o stretta nella mano una chiave dorata di plastica con la quale – così fu fatto credere loro – avrebbero aperto la porta del paradiso. Poi sono venuti i piccoli palestinesi “martiri assassini di Allah”, con le madri esultanti e i fratelli minori ansiosi di emularli, il reclutamento nelle scuole di bambini futuri kamikaze e le donne incinte fatte esplodere, i baby-mujaheddin iracheni di 8-14 anni, addestrati da al Qaeda, e, sempre in Iraq, persino le ragazze disabili usate come bombe umane. Una generazione ideologizzata al punto da immolare i propri bambini, andandone fiera davanti al mondo, forse non si era mai vista sulla terra.

Fonte: 11 settembre 2008

Stampa ArticoloStampa


BastaBugie è una selezione di articoli per difendersi dalle bugie della cultura dominante: televisioni, giornali, internet, scuola, ecc. Non dipendiamo da partiti politici, né da lobby di potere. Soltanto vogliamo pensare con la nostra testa, senza paraocchi e senza pregiudizi! I titoli di tutti gli articoli sono redazionali, cioè ideati dalla redazione di BastaBugie per rendere più semplice e immediata la comprensione dell'argomento trattato. Possono essere copiati, ma è necessario citare BastaBugie come fonte. Il materiale che si trova in questo sito è pubblicato senza fini di lucro e a solo scopo di studio, commento didattico e ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.