BastaBugie n°276 del 21 dicembre 2012

Stampa ArticoloStampa


LETTERE ALLA REDAZIONE: DOSSIER SULL'ABORTO PROCURATO
Un avvocato, grazie a BastaBugie, scopre le atrocità dell'aborto: ne nasce un lavoro encomiabile per completezza e competenza
Autore: Giano Colli

Gentile redazione di BastaBugie,
mi presento: sono Avvocato in Udine. Ho l'onore di difendere d'ufficio.
In questo dossier sull'aborto procurato ho provato a difendere il concepito, la sua dignità, i suoi diritti.
http://www.ilgiornaledelfriuli.net/cron/aborto-procurato-odioso-crimine-contro-lumanita-e-immensa-strage-degli-innocenti-avv-luca-campanotto/
La legge 194 del 1978 è una legge ingiusta, e anche incostituzionale.
Ho concluso provando a indicare alcune soluzioni per superare l'attuale situazione.
Ho cercato di raccogliere quanto più materiale possibile su queste tematiche.
Questa pubblicazione è stata per me una liberazione: da quando, grazie a questo Vostro sito, avevo iniziato le mie ricerche on line sull'aborto, non riuscivo più a dormire.
Tutto è nato sulle vostre pagine. Vi ho trovato per caso su facebook. Anzi, certe non sono coincidenze, ma Provvidenza.
Quando mi interesso ad una questione, cerco di farlo con metodo. Si cerca di andare fino in fondo, senza guardare in faccia nessuno. Sicuramente anche la mia pubblicazione sull'aborto ha qualche difetto da qualche parte; l'ho scritta di notte quando non riuscivo a dormire durante il mese di settembre; adesso va meglio.
Amo le questioni calde, quelle che tutti lasciano da parte, perché convengono solamente alla giustizia. Vi confido che questa mia singola pubblicazione sull'aborto, appena uscita, mi ha già fatto raccogliere molto di più, anche a livello di ostilità, rispetto a ben tre anni di sistematiche pubblicazioni sulla questione friulana. Credo quindi di aver toccato in profondità, al Nemico, dei nervi molto dolorosi.
Il Giornale del Friuli consente la riproduzione di tutte le sue pubblicazioni, con l'unico vincolo di citare la fonte www.ilgiornaledelfriuli.net
Per parte mia, vi concedo volentieri la più ampia possibilità di riproduzione e diffusione di questo mio DOSSIER sull'aborto procurato. Più gira e meglio è.
Un avvocato udinese, Loris Fortuna, ci ha regalato le vigenti leggi su divorzio e aborto; vorrà dire che un altro avvocato udinese le distruggerà ... o almeno tenterà di farlo ... e che Dio ci aiuti ...
Ancora grazie!
MANDI (ad Aquileia e nel suo Friuli si saluta così: MANE CUM DEO)
avv. Luca Campanotto
Rivignano (UD)

Gentile avvocato,
il dossier da lei pubblicato è veramente encomiabile, sia per la completezza che per la competenza con cui è stato scritto.
Chi combatte l'aborto procurato in fondo ha solo da mostrare la realtà, in quanto questa si commenta da sola... Chi invece vuole diffondere l'aborto è costretto a camuffare, manipolare, nascondere. E questo basterebbe per sapere da quale parte stare.
Sono lieto nell'apprendere che il nostro lavoro di divulgazione le sia stato utile nella sua ricerca della verità: in fondo BastaBugie ha proprio lo scopo di diffondere il più possibile le notizie e le informazioni che faticano a trovare spazio nel sistema dei media della cultura dominante.
La saluto fraternamente
Giano Colli

DOSSIER "LETTERE ALLA REDAZIONE"
Le risposte del direttore ai lettori

Per vedere tutti gli articoli, clicca qui!

Fonte: Redazione di BastaBugie, 23/11/2012

Stampa ArticoloStampa


BastaBugie è una selezione di articoli per difendersi dalle bugie della cultura dominante: televisioni, giornali, internet, scuola, ecc. Non dipendiamo da partiti politici, né da lobby di potere. Soltanto vogliamo pensare con la nostra testa, senza paraocchi e senza pregiudizi! I titoli di tutti gli articoli sono redazionali, cioè ideati dalla redazione di BastaBugie per rendere più semplice e immediata la comprensione dell'argomento trattato. Possono essere copiati, ma è necessario citare BastaBugie come fonte. Il materiale che si trova in questo sito è pubblicato senza fini di lucro e a solo scopo di studio, commento didattico e ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.